31/05/10

Il 1° maggio siamo nuovamente al Lido di Jesolo dove corro 8,2 km a 5’28” al km, agevolato dall’assenza assoluta di salite http://connect.garmin.com/activity/32007323 . Il mese prosegue proficuo e anche se il dolore alla schiena/fianco non scompare mai del tutto, riesco ad inanellare 12 uscite per 82,577 km totali, con massima distanza singola percorsa il 12/05 (14 km da San Felice a Manerba e ritorno).

Annunci

30/04/10

Il mese lo apro il giorno 3 al Lido di Jesolo con 5,26 km abbastanza veloci http://connect.garmin.com/activity/30092332 (o meno lenti del solito) in vista della staffetta del campionato sezionale alpini che si svolgerà a Vesio di Tremosine. Di conseguenza altre due uscite brevi prima della staffetta del giorno 11 dove chiudo i 3,75 km della mia frazione, nella piana di Bondo, in 18’57”52 (passo 5’03” al km), malgrado l’impegnativa salita posta a 800 metri dall’arrivo.

Dalla successiva uscita del 14 ricomincio ad allungare le sessioni ed il 25 partecipo alla Scurtarùla di Villa di Salò, dove fatico non poco su di un percorso con tanta salita (impegnativa) e discesa (ripida), non proprio adatte al mio fisico ed alla mia preparazione attuale http://connect.garmin.com/activity/32007364

Il mese si chiude abbastanza bene, con 65,73 km frutto di 10 uscite.

31/03/10

Il mese di marzo, malgrado il persistente problema al fianco, è comunque positivo. Dopo una rifinitura il 3, il 7 partecipo alla gara degli alpini a Carzago

e malgrado la preparazione molto approssimativa chiudo i poco più di 6 km del percorso in 31’58”59 (5’17” al km). http://connect.garmin.com/activity/27517545 pur senza forzare in maniera esagerata. Il mese prosegue abbastanza bene, sempre con il fastidio al fianco ma anche con una ritrovata sintonia con la corsa, sempre rimanendo però sotto i 10 km ad uscita. Il 29, sui 6,5 km del percorso “Baia” butto lì un 35’00” a 5’22” al km, niente male dopo tre mesi comunque tribolati.

In tutto, durante il mese, conto 10 uscite per complessivi 56,696 km.

28/02/10

L’otto febbraio, nella seconda uscita del mese si ripresenta in maniera inaspettata il problema all’adduttore. Mi blocco dopo 500 metri per una fitta fortissima. Due qualche giorno sono dall’amico Stefano che dopo un paio di sedute di massaggio mi da il via libera per riprendere. Riparto il 22 con una sessione di 5 giri sul percorso “Campo” ma faccio fatica. Il 26 sono con altri amici a testare il percorso della gara degli alpini a Carzago Riviera. Faccio una fatica bestiale, malgrado andiamo pianissimo (6’20” al km) ed inoltre si manifesta un fastidioso dolore tra anca, schiena e fianco. Non gli do peso pensando che il periodo di inattività sia la causa di difficoltà di corsa e dolori. Il mese termina con soli 18,47 km su 4 uscite.

31/01/10

L’anno nuovo inizia abbastanza bene. Complice la trasferta nel Lazio aspetto il 5 prima di riprendere e come per incanto il dolore al ginocchio destro non si ripresenta. Durante il mese esco davvero poco. Gli impegni con gli alpini sono pesanti e di conseguenza trascuro un po’ la corsa. Non ho neppure obiettivi a breve (mezze o che ne so) e così raggranello la miseria di 6 uscite per un totale di 53,46 km. La cosa buona di questo periodo è che grazie al Garmin 205 che mi sono regalato non sono più costretto a macinare gli stessi percorsi, ma posso spaziare dove mi pare.