1.520,155 km – Che anno !!!

Lunedì 30 ultimo appuntamento dell’anno di Corri x Salò. Siamo in pochi ma non potevo mancare l’occasione di arrotondare i miei km annuali. Così corro per 6,19 km in modo da fare cifra tonda ed arrivare a 1.520 km. Obiettivo centrato con totale di 1.520,155 km corsi nel 2013. Questa volta i complimenti me li devo proprio fare da solo. Bravo Michele.

Tabella 2013

Annunci

29/12/13

Lunedì 23 salto Corri x Salò visto che devo predisporre presso la sede degli Alpini la bicchierata di auguri. Dato però che sono in ferie esco nel pomeriggio a Portese compiendo 6 giri del percorso “Caminaccio” per 7,59 km totali in 43’12”. Ovviamente non forzo e mi limito a macinare qualche chilometro. La prevista uscita mattutina del 26/12 salta causa maltempo, così venerdì 27, carico della zavorra alimentare caricata a Natale e Santo Stefano parto per un medio molto lento, utile a bruciare quanto più possibile e a non creare pericolose sollecitazioni. Scendo alla Baia e alla Gardiola e dopo aver “tribilato” non poco sulla salita della stessa Gardiola arrivo alla Pieve di Manerba. Prendo a destra e salgo per la ripidissima salita verso la Raffa. Supero il chiosco e mi addentro verso “Le Videlle” fino al Colombaro, facendo una gran fatica. Gambe pesanti, pancia anche di più: unica consolazione il polpaccio sembra non darmi fastidio. Quando scollino al Colombaro la media al km dice 6’24” …… alla faccia del lento, lentissimo direi. Ma non importa. Passato il 10 km, complice anche la strada piana le cose vanno un po’ meglio, così sempre senza spingere aumento un po’ l’andatura e favorito dalla discesa verso casa chiudo i 12,62 km in un decoroso 1 ora 17’25” e soprattutto con l’impressione di aver bruciato un po’ dei grassi accumulati nelle feste. Ma soprattutto con questa uscita ho sfondato il muro dei 1.500 km annui. Obiettivo centrato !!!! Sulle ali dell’entusiasmo sabato 28 esco per un giretto a Portese: 6,14 km facili in 33’25”50 (media 5’26”63) senza fare troppa fatica. Totale settimanale 26,35 km.

22/12/13

Provo a ripartire mercoledì 18 in pausa pranzo. Decido di andarci leggero e per diminuire le sollecitazioni salgo sui prati sopra via Boschette e disegno un nuovo percorso di 914 metri che chiamo “Poggio Grande” con tanta erba e sterrato. Lo percorro 4 volte senza forzare in alcun modo (giro più rapido in 5’13”10) e con il raccordo da casa andata e ritorno percorro 6,01 km in 35’25” senza alcun fastidio se non  un leggero indolenzimento. Sabato 21 vorrei salire di nuovo al poggio ma causa la pioggia notturna opto per un giro della Baia (6,515 km) che senza esagerare, soprattutto in salita, corro in 36’24” senza che il polpaccio mi dia particolari problemi. Km settimanali 12,525.

15/12/13

Dopo una buona settimana una ricaduta mina le mie ritrovate certezze. Lunedì 9 sera a Corri x Salò le scorie del lungo domenicale si trasformano in fastidioso dolore all’altezza del tibiale anteriore. Chiudo l’uscita di 6,63 km quasi zoppicando in 41’19”. I giorni successi il dolore fatica a diminuire ed aspetto fino a sabato 14 prima di riprovare a correre. Risultato poco incoraggiante tanto che dopo aver fatto 7 km mi devo fermare al Colombaro per un fortissimo dolore al polpaccio, una via di mezzo tra un crampo (mah) ed una contrattura. Probabilmente la corsa di quest’ultimo periodo è stata gioco forza non lineare e sono andato a sollecitare eccessivamente zone che di solito non stimolavo. Rientro a casa con tanta frustrazione e zoppicando: 7,63 km in 45’12”. Non credo sia una vera e propria ricaduta, dato che i dolori sono in zone diverse dal polpaccio vero e proprio, ma inizio a pensare che il muro dei 1.500 km annui resterà invalicabile, dato che ne mancano ancora 25 e che questa settimana ne ho raggranellati solo 14 e con problemi.

8/12/13

Settimana positiva sulla via della ripresa. Lunedì 2 tranquillo Corri x Salò (6,94 km in 43’04”) e mercoledì 4 solita uscita in pausa pranzo a Portese (via Roseti / Gere) di 7,1 km ad un passo più sostenuto (39’21” – 5’32” al km). Visto che tutto procede per il meglio domenica 8 provo ad allungare: partenza dal municipio di Puegnago, salita verso i laghetti da Mura e ciclabile in direzione Lonato fino al centro di Castelletto e ritorno. Corro tranquillo cercando di non forzare, soprattutto sulle salite, ed alla fine metto insieme 15,34 km con buone sensazioni. Anche sulle salite (ce ne sono parecchie in questo giro) le cose non vanno male e chiudo la mia fatica in 1 ora 29’03”40 (passo medio 5’48”33). Il totale settimanale è di 29,38 km.