Belle emozioni

Oggi parlo di calcio. Cosa c’entra con l’atletica? Niente! Ma dato che i miei cuccioli giocano entrambi a calcio e tra l’altro tutti e due come portieri, il calcio è entrato nelle nostre vite otto anni fa quando Alex ha iniziato a giocare e ci riempie spesso i sabati e le domeniche. Alex quest’anno ha giocato nella Team Out, campionato giovanissimi, con buoni risultati e crescita personale. Andrea gioca nella Feralpi Salò, categoria Pulcini “puri” 2003. Per lui è stato un inverno tribolato, innanzi tutto perché la sua squadra ha sempre giocato con (non contro, non mi piace si dica così) i 2002: ovvero la sua squadra è composta da tutti 2003 e le altre squadre da tutti 2002. Poi ha saltato in pratica due mesi causa otite e problemi vari derivati. Perciò tutti attendevano con una certa ansia i tornei di fine stagione per misurarsi con ragazzi della stessa età. Primo impegno torneo di Puegnago: venerdì 10/05 girone di qualificazione e subito una bella vittoria contro la Valtenesi “Gialla” per 2 a 0. Poi sconfitta per 3 a 2 con il temuto Gavardo, causata più che altro dalla voglia di vincere che ha spinto i “Feralpini” tutti avanti, favorendo due micidiali contropiede. Diventava così decisiva la sfida con il Nuvolento che era a pari punti con i nostri. Alla fine vittoria 1 a 0 con punteggio che sta sicuramente stretto ai nostri ragazzi e con Andry autore di una bella partita. Qualificazione alle semifinali ottenuta come seconda del girone (1° Gavardo).

Domenica pomeriggio, dopo il forte temporale che ha fatto temere per le partite, siamo di nuovo a Puegnago per la semifinale con il Rovizza Sirmione. I nostri ragazzini sono belli carichi e la partita, dopo un primo tempo chiuso sullo 0-0 ma con tante occasioni per i nostri, termina 2-0 con una bella prestazione di squadra.

Siamo in finale, dove a sorpresa troviamo la Valtenesi “Blu” e non il Gavardo. Nel primo tempo soffriamo, anche se creiamo anche noi qualche problema alla Valtenesi, ma siamo imprecisi, mentre i nostri avversari si portano in vantaggio con un goal di ottima fattura. Numerosi sono i rovesciamenti di fronte, rischiamo il tracollo, ma grazie anche ad un prodigioso intervento di ginocchio di Andry, il passivo alla fine del primo tempo è di un solo goal. Nel secondo tempo riapriamo subito la partita con un goal di Pietro e dopo diverse occasioni per parte, con Andry ancora una volta decisivo su una punizione e su due tiri insidiosi, ci portiamo sul 2 a 1 con Leo, al termine di un contropiede da manuale. La partita sembra non finire più (forse dura un po’ più del previsto) e quando ormai manca poco alla fine, ancora Leo, con un goal degno del migliore Pippo Inzaghi chiude i conti: 3 a 1. Ad un anno esatto dalla vittoria nel torneo di Lonato, i nostri piccolini raccolgono un’altra bella soddisfazione. Alla fine sono emozionati, qualcuno piange anche e pure noi genitori, dopo un inverno di “sofferenza” in cui li abbiamo sempre visti soccombere agli avversari, siamo euforici.

Andry è emozionatissimo e vaga per il campo abbracciandosi con i suoi compagni. La scena più bella avviene quando lui e il portiere della Valtenesi (frequentano la stessa scuola anche se in sezioni diverse), si abbracciano come fratelli. Questo è lo sport sano!

calcio 064

Un insegnamento che dovrebbe valere soprattutto per quei genitori che nello sport dei figli vedono una strada per successi a loro mancati o per rivalse contro chissà chi. Poi tutti insieme a ritirare la coppa dal sindaco di Puegnago e via verso casa.

12/05/13

Lunedì sera abituale Corri x Salò con 6.93 km in 42’25”. Mercoledì non riesco ad uscire in pausa pranzo, come d’abitudine, ma recupero la sera con 9,17 km abbastanza impegnativi tra Cisano, ciclabile, San Felice, Tecno Calor, salita al Paradiso dallo sterrato, Colombaro e nuovamente Cisano. Buone sensazioni per un passo medio di 5’36” (tempo totale 51’21”14). Dato che il venerdì sera c’è il torneo di Andry a Puegnago, salto l’uscita ed esco sabato mattina con Daniele. Parto bene ma poi mi prende una certa stanchezza, così faccio un po’ meno dei 15/16 km previsti. Mi fermo a 13,54 km in 1 ora 18’38” (5’48 al km). Settimana abbastanza modesta con 29,64 km.